Con la pandemia le fondazioni americane «scoprono» l’Italia. E donano oltre 2.3 milioni di dollari al nostro Paese, nel 2020

L’iniziale epicentro del covid in Italia, nel marzo del 2020, ha portato all’attenzione americana nuovi aspetti, ed enti, del nostro paese (da sostenere economicamente).

Se in passato l’Italia era principalmente vista dagli USA come “il bel paese”, con la pandemia gli americani “conoscono” ospedali, enti assistenziali ecc. impegnati in prima linea nella lotta al covid. E li finanziano con grants e donazioni…

Oggi quindi agli «occhi delle fondazioni americane» tutte le realtà, che hanno i requisiti giuridici/economici idonei sono «meritevoli» di ricevere grants (cioè finanziamenti), da oltre oceano.

Le donazioni americane, negli anni…

  • 2017
  • Grants ricevuti: 16
  • Importo della donazione: $567,570
  • Numero di Enti finanziati: 16
  • 2018
  • Grants ricevuti: 23
  • Importo della donazione: $680,111
  • Numero di Enti finanziati:21
  • 2019
  • Grants ricevuti: 22
  • Importo della donazione:$1.2 milioni di dollari
  • Numero di Enti finanziati: 19
  • 2020
  • Grants ricevuti: 62
  • Importo della donazione: 2.3$ milioni di dollari
  • Numero di Enti finanziati: 28 enti

A questo punto sorge spontaneo chiedersi: Come posso ricevere donazioni e Grants  dagli Stati Uniti anche per il mio ente/associazione/progetto?

Prima cosa da sapere è che ci muoviamo in un sistema giuridico differente dal nostro!

Banale ma fondamentale.

Fondamentale è quindi riuscire a far avere la FISCAL SPONSORSHIP alla nostra associazione/ente/ progetto

In sintesi la Fiscal Sponsorship permette di ricevere lo “status giuridico” riconosciuto dal sistema fiscale americano che “favorisce” le donazioni dei cittadini americani, delle American Foundations, degli italo americani, dei filantropi e delle innumerevoli opportunità presenti oltre-oceano

Le donazioni, ricevute con Fiscal Sponsorship, sono infatti “deducibili/detraibili” (solo però) negli Stati Uniti.

Personalmente ho lavorato con la KING BAUDOUIN FOUNDATION (KBFUS)  per un’associazione italiana di Milano (Mission Bambini) che è riuscita ricever donazioni da una società americana. Queste le parole di Maria Elena di Fazio_( Responsabile lasciti di Mission Bambini): “Il  supporto di Ilaria è stato utile per approfondire e valutare le opportunità del mercato filantropico americano e grazie alla sua capacità di scrittura di progetti in uno stile adeguato agli interlocutori americani abbiamo vinto un grant per i nostri interventi legati all’emergenza covid”.

La King Baudouin Foundation si avvale di diverse modalità di fund raising sul territorio americano:

American Friends Fund;  Legacy Funds, KBFUS art (permette ai musei italiani di ricevere donazioni di quadri, oggetti dagli USA)

L’attività di diffusione della campagna, ricerca grants e donatori è (principalmente) a carico dell’associazione/realtà italiana. Spesso però vi sono donazioni proveniente dalla rete di contatti vicino alla KBFUS che hanno aperto con loro un Donor Advised Funds.

Nella fase di ricerca dei donatori americani risulta essere importante l’esperienza e conoscenza degli Stati Uniti, più che della lingua inglese

Consiglio: cercare collaboratori/contatti sul territorio americano o che abbiano vissuto negli USA permette di raggiungere obiettivi in tempi brevi e di superare le difficoltà….

Riassumendo

I tempi sono maturi per la raccolta fondi, negli Stati Uniti. Non improvvisate, ma arrivate preparati (in America la professionalità è tutto!)

Circondatevi di professionisti in Italia o negli Stati Uniti, conoscitori della realtà americana

Osate, o meglio investite, in termini di tempo e risorse umane ed economiche

l’America è (realmente) una terra di opportunità!

Per approfondimenti potete scrivermi: ilarianizzo@gmail.com

avatar
Giornalista, fund raiser, progettista esperta bandi e fondazioni per no-profit, cinema e cultura
Articolo creato 9

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto